Un blog non si giudica da un titolo
iMessage: perché non è una alternativa reale agli SMS
Utilizzandolo potreste infatti ritrovarvi a “sprecare” ancora più SMS. Vantaggi, criticità ed alternative al nuovo sistema di messaggistica per i sistemi mobili di Apple. Con un occhio di riguardo contro la disinformazione…



[ Taken from http://www.webmasterpoint.org/ on 10-18-2011]

Come sfruttare il servizio iMessage con il quale spedire gratuitamente messaggi di testo e fotografie fra dispositiviequipaggiati con iOS 5? Come essere certi di utilizzare questa funzionalità anziché quella dei tradizionali SMS e MMS? Questa è infatti una delle principali implementazioni del nuovo sistema operativo mobile di Apple. Ma sembra che non manchi qualche difficoltà aipossessori di iPhone, iPad e iPod Touch.

Il primo indispensabile passo è l’attivazione di iMessage da eseguire selezionando la voce Messaggi nelle Impostazioni. Da questa schermata è anche possibile abilitare la notifica “Invia ricevuta di lettura” per dare conferma al mittente di aver correttamente ricevuto il messaggio. La voce “Invia come SMS”, se attivata, dà l’opportunità di spedire il testo in maniera tradizionale nel caso in cui iMessage non risulti disponibile.

“Ricevi Su” è la voce attraverso cui scegliere le modalità di ricezione del testo. I possessori dello smartphone possono indicare il numero di telefono, quelli dell’iPod Touch l’ID Apple o un indirizzo di posta elettronica. Portate al termine queste procedure, il servizio funzionerà in automatico ovvero spedirà sempre via iMessage tutte le volte che è disponibile o, in alternativa e se è stata spuntata la relativa opzione, invierà un normale SMS.

I più diffidenti possono rendersene conto dalla scritta iMessage che appare nel box per la scrittura così come dal colore blu del tasto Invia. In alternativa compare la parola sante si colora di verde.



[ Taken from http://www.webmasterpoint.org/ on 10-18-2011]

Come saprete una delle novità di iOS5 è iMessage che permette di scambiare SMS con altri ID Apple a costo zero. Niente di trascendentale ovviamente, ci sono app che lo fanno da diverso tempo e funzionano anche tra differenti piattaforme. La cosa comoda di iMessage è che negli iPhone è integrata in modo trasparente nell’app messaggi e se componiamo un nuovo SMS verso un numero di telefono “riconosciuto” si attiva automaticamente facendo diventare tutti gli elementi in evidenza di colore blu, anziché il classico verde che segnala gli SMS tradizionali.




[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]



[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]

Anche il segnaposto nella casella di testo inferiore cambia e da “Messaggio” si trasforma in “iMessage”. Inoltre si potranno allegare anche immagini che verrano inviate in allegato, sempre in forma gratuita. Per funzionare ha bisogno della rete, per cui si deve essere collegati via WiFi ma anche tramite modem cellulare via 3G.

iMessage si attiva nelle Impostazioni/Messaggi e per la verità prevede la possibilità di mettere nel campo destinatario non solo un numero di cellulare ma anche l’email di un ID Apple. Quando ho iniziato a provare questa funzionalità sul mio iPhone ho però notato che la tastiera che appariva non conteneva i caratteri “@” e “.” che vedete nella precedente immagine, per cui non potevo digitare un indirizzo di posta elettronica. E anche cliccando sul tasto in basso a sinistra per accedere a numeri e punteggiatura, ottenevo un semplice phonepad.



[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]



[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]

Tramite Twitter ho scoperto di non essere l’unico a riscontrare questo problema e che deriva dalla mancata configurazione dei dati per gli MMS. Questi si trovano in Impostazioni / Generali / Rete / Network dati cellulare nella sezione MMS. E con Wind sono i seguenti:


[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]



[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]

Solo dopo aver messo questi dati corretti, nelle Impostazioni / Messaggi compare il selettore ON | OFF per MMS e attivandolo cambierà finalmente la tastiera nell’app Messaggi permettendoci di comporre anche un indirizzo email come destinatario. Ho notato però che la prima volta che si digita una email che è anche un Apple ID il “ballon” di sfondo appare verde, come se stessimo inviando un MMS. Cancellandola e riscrivendola è poi diventata blu, probabilmente dipende dal fatto che mentre la scriviamo viene inviata una richiesta via web ad Apple che verifica se si tratta di un indirizzo valido per iMessage e questo chiamata richiede un po’ di tempo per essere evasa. Successivamente però le email compatibili verranno segnalate nell’elenco di composizione con un fumetto blu:




[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]



[ Taken from http://www.saggiamente.com/blo on 10-18-2011]

Fin ora avete mandato sms a tutti, ora manderete iMessage!

Una delle novità del nuovo iOs5 è il sistema di comunicazione fra i device della casa di Cupertino, infatti un po come succede con Facetime per le video chiamate ora con iMessage avremo una corsia preferenziale per i messaggi di testo e non solo, andiamo  a scoprirlo: Per prima cosa andiamo a vedere dove attivare e settare i parametri che ci faranno messaggiare gratis :

Andiamo in Generali, Tap su Messaggi e iniziamo:

é tutto molto semplice, in stile Apple, se non lo è attivate iMessage e scegliete se inviare o no un normale sms al vostro contatto se non è disponibile in quel momento per un iMessage.

Questo rivoluzionario sistema si basa su dei server dedicati Apple che riconoscono in base al vostro id di iTunes chi siete e se potete inviare o ricevere iMessage, ricordate id Apple uguale mail con cui vi siete registrati a Apple ma non tutti hanno la vostra mail oppure voi volete dare il numero di telefono perché è più semplice… mamma Apple ha pensato anche a questo:

ecco come essere visibile agli altri, se con il numero di telefono oppure con l’indirizzo mail.

Eseguiti questi semplici passaggi,andate nella app Messaggi e nel campo destinatario scegliete una persona dalla vostra rubrica che siete sicuri che abbia un iPhone e abbia iOs5 (Condizione necessaria perché possiate usare iMessage) Noterete che accanto al nome inizierà a girare unaSpringWell (la rotellina della Apple) in quel momento i server stanno elaborando le credenziali del vostro amico, se tutto ok l’etichetta del nome diventerà azzurra e nel campo testo da digitare la parolaMessaggio diventerà iMessaggio

Come potete vedere il colore dei Baloon sono diversi rispetto a quelli verdi di un normale messaggio, questo vi farà notare che state mandando un iMessage gratuito. Potete inviare non solo testo ma anche immagini o emoticons



[ Taken from http://www.applemobile.it/guid on 10-18-2011]

Ho avuto modo di provare iMessage sul mio iPhone4 aggiornato ad iOS5. Grazie all’intuizione di un caro amico ho preso atto dei potenziali rischi del suo utilizzo.

Lo scenario è il seguente: io ed il mio amico ci siamo inviati, nei giorni precedenti al test, alcuni messaggi attraverso iMessage - entrambi dotati di iOS5 e sotto copertura 3G/Wi-Fi. Senza problemi e costi aggiuntivi, quindi, abbiamo comunicato tramite messaggi gratuiti.

Successivamente sto scrivendo un ulteriore messaggio, e durante la scrittura sono coperto da rete 3G/Wi-Fi. Non posso sapere se anche il mio amico è attualmente coperto da rete dati. Il mio iPhone sà però che, in linea di principio, il mio amico ha un dispositivo che può ricevere iMessages gratuiti e mi indica che sto inviando NON un sms a pagamento, ma un iMessage gratuito.

Il problema giunge ora: se il mio amico è “appoggiato” ad un altro operatore telefonico, e può quindi ricevere solo traffico GSM e non traffico dati - non ha Wi-Fi né 3G disponibile - il messaggio che io ho creduto di inviare come gratuito viene trasformato in un SMS tariffato dal mio gestore telefonico.

Esiste quindi una finestra di tempo trascorsa la quale iMessage, dopo aver “tentato” di recapitare il messaggio tramite traffico dati, converte tali messaggi in SMS.
La sorpresa è quindi grande quando, aprendo l’applicazione, si trovano uno o più messaggi che sembravano “blu” (cioè il colore con cui iMessage indica i messaggi mandati su traffico dati) magicamente diventati “verdi” (cioè SMS).

A tutti gli effetti questo funzionamento non trasparente è un potenziale problema per chi non dovesse accorgersene per tempo. Dal canto mio avrei immaginato che un messaggio nato per essere inviato gratuitamente attraverso traffico dati non si trasformasse, ma che venisse consegnato “prima o poi” quando il terminale del ricevente avesse avuto di nuovo disponibile una connessione dati.

Ora immagino di utilizzare iMessage per chattare in tempo reale con un amico in movimento, che si trovi all’improvviso fuori dalla portata di una rete dati, e mandargli 5-10 (o più) brevi messaggi a raffica. Salvo poi scoprire che ho sprecato 10 SMS. E che il mio piano tariffario ne prevede solo 25 settimanali…

Concludo con questa considerazione: molti hanno acclamato Apple per avere avuto il coraggio di fornire iMessage e spingere verso un’era nuova, quella della “fine degli SMS”.
Mi sembra invece che stia per arrivare l’era dei “piani tariffari in cui si sfora la soglia dei messaggi inviati”…


[ Taken from on 10-18-2011]

( You can view “iMessage: perché non è una alternativa reale agli SMS " collection on Searcheeze by clicking this link. )